Sunday, September 23, 2018

Al Locarno Festival si progetta il futuro

luglio 8, 2018 di  
Filed under Eventi

NOW – the best place to change the future. Questo il tema scelto per la seconda edizione dei Locarno Talks la Mobiliare, la piattaforma di discussione e scambio del Locarno Festival che si svolgerà dal 9 all’11 agosto. Tra i protagonisti di questo spazio privilegiato l’attivista e artista statunitense Narcissister, lo scienziato e filosofo tedesco Jürgen Schmidhuber e l’artista tedesco Juergen Teller che si confronteranno con alcuni dei principali interrogativi contemporanei, riflettendo sul presente ma con un attento sguardo al futuro.
“Il concetto di identità, quanto mai centrale oggi, è il basso continuo che collega gli appuntamenti di questa seconda edizione che, come fa il cinema, vuole discutere il presente cercandovi quei segni capaci di indicare strade per il futuro” sottolinea il direttore artistico del Locarno Festival Carlo Chatrian.

Narcissister mettendo in discussione la percezione dei concetti di gender e sessualità, inviterà il pubblico a immaginare attraverso la sua opera un futuro svincolato da categorie oppressive, dove ognuno è libero di plasmare la propria identità. Lo scienziato e filosofo tedesco Schmidhuber esperto nel campo dell’intelligenza artificiale, proporrà una riflessione sugli scenari legati all’utilizzo di questo tipo di tecnologia. Teller, uno dei più stimati e innovativi fotografi della sua generazione, offrirà uno sguardo originale sulle potenzialità e i rischi della fotografia.

I Locarno Talks la Mobiliare, conferenze gratuite moderate da Michelle Nicol e Finn Canonica per discutere con personalità provenienti dai più svariati campi professionali i diversi aspetti del futuro, si concentrano quest’anno sul presente. Si terranno allo Spazio Cinema, dove l’installazione creata dall’artista Kerim Seiler inviterà i visitatori a rilassarsi e a mescolarsi con l’ambiente creativo e stimolante del Locarno Talks Bar la Mobiliare.
La Mobiliare sarà inoltre presente insieme al Festival anche al Locarno Garden la Mobiliare con il What-If-Pavilion, anch’esso creato da Kerim Seiler per la Mobiliare. Il Locarno Garden sarà nuovamente punto di incontro per tutti i festivalieri con bar e musica. Il pubblico avrà la possibilità di seguire i Locarno Talks anche in Livestream accedendo al sito del Locarno Festival.

Cosa ne pensi?

Dì la tua sull'argomento
e se vuoi aggiungere un'icona vai a scegliere un gravatar!

You must be logged in per lasciare un commento.