Suspiria, il capolavoro del maestro del brivido italiano Dario Argento compie 40anni e torna restaurato sul grande schermo come evento speciale per tre giorni, il 30,31 gennaio e il 1 febbraio, distribuito in oltre 100 sale da QMI Stardust in collaborazione con Videa. Il restauro accurato in 4K partendo dal negativo delle quasi 1.300 inquadrature che compongo il film, nessuna delle quali uguale all’altra,ha permesso di preservarne la qualità originale.

“Uno dei traguardi che mie ero posto,  oltre a quello di voler fare un film di sole donne o meglio di sole ragazze, era quello di realizzare un film dove non ci fossero due inquadrature uguali o simili – ricorda Argento-. Quando feci la shooting list tenni conto proprio di questo. Volevo che ogni inquadratura fosse bizzarra, strana e che rispecchiasse lo spirito del film. Un film bizzarro, strano, nervoso, anche molto scatenato, che ben rappresentava quel particolare momento della mia vita”.

Il regista non vede l’ora di vederlo in sala col pubblico, soprattutto con i giovani che lo guarderanno per la prima volta, allo spettacolo delle 20.30 di lunedì 30 gennaio, al cinema Barberini di Roma. “Oggi c’è ancora bisogno di aver paura al cinema, la paura è catartica, io lo so – sottolinea -. Risveglia l’anima dello spettatore e colpisce il suo inconscio. La pratica del restauro nel cinema è molto importante per le nuove generazioni”.
(Info e elenco cinema sul sito www.suspiriaalcinema.it).