Nel quartiere romano di San Lorenzo fino al 21 dicembre va in scena la quinta edizione del Cinemavvenire FilmFestival, rassegna itinerante per il quartiere, a ingresso gratuito, con oltre 300 titoli, di cui 93 lungometraggi giunti da tutto il mondo.

All’interno del festival, fino al 18 dicembre, c’è la retrospettiva Gillo Pontecorvo, tra cinema e vita, rassegna sul grande regista con la proiezione dei suoi film, di alcuni cortometraggi e documentari da lui realizzati e una tavola rotonda, martedì 16 dicembre, cui parteciperanno tra gli altri Picci Pontecorvo (moglie del regista), Giorgio Arlorio (suo storico sceneggiatore) e Massimo Calanca (Presidente di CinemAvvenire).

La rassegna su Pontecorvo si svolge nella sala del Centro Culturale CinemAvvenire in Viale dello Scalo San Lorenzo 51 (mentre il Festival si svolge anche nella Sala Teatro Pier Paolo Pasolini in Via Cesare De Lollis 20 e in due sale del Roma Meeting Center in Largo dello Scautismo 1). In programma martedì 16 dicembre alle ore 15, la proiezione di Queimada; a seguire (ore 17,30) Giovanna, Pane e zolfo, Sciopero a rovescio e Un controtipo. Appunti su Gillo Pontecorvo, di Hendrick Wijmans. L’omaggio a Pontecorvo continua mercoledì 17 alle 15,00 con la proiezione del lungometraggio Ogro e giovedì 18, sempre alle 15 con Un altro mondo è possibile, film collettivo sul G8 di Genova.