Un viaggio nella musica soul degli anni ’60-‘80, con la voce di Luca Jurman, 9 attori-cantanti-musicisti e la partecipazione speciale di Stefano Masciarelli.  Vorrei La Pelle Nera, la commedia musicale di M.P.Doves, va in scena al Teatro Brancaccio di Roma dal 13 al 23 ottobre con 31 canzoni dal repertorio della Motown anni ’80.

La storia si svolge al Motown Club, tempio della musica soul e ultimo baluardo dove ascoltare musica dal vivo. Un night club luogo di incontro per impresari, discografici, artisti e appassionati di musica, arredato con i quadri dei più grandi interpreti della black music: James Brown, Ray Charles, Marvin Gaye, Barry White, Stevie Wonder, Whitney Houston e Michael Jackson.
A gestire il locale è un piccolo boss italo-americano fissato con la musica afroamericana, che ingaggia le migliori band della città con cantanti esclusivamente di colore, ma non sempre di qualità.

Luca (Jurman) lavora nel locale come cameriere e sogna di cantare, sogno che si avvera la sera del suo compleanno, ma l’emozione lo tradisce  e, demoralizzato, abbandona i suoi sogni di gloria. Rimasto in solitudine a riordinare il bar, Luca si siede al pianoforte. Mentre strimpella maldestramente le note di Vorrei la pelle nera,  i grandi artisti raffigurati nei quadri alle sue spalle come per magia prendono vita e lo trasformeranno in un cantante nero dalle incredibili doti canore, in perfetto stile Commonards. In incognito diventerà  la star del locale, ma poi deciderà di ritornare se stesso.