Aprire una scuola di cucina italiana a Nairobi, in Kenya, per insegnare i segreti del mangiar bene ai padri africani e consentire loro di mantenere dignitosamente i propri figli. Se ne sta occupando la Onlus “Chef in Africa”, fondata e presieduta dalla chef stellata Annavittoria Imperatrice, cui aderiscono tremila soci tra cui  duemila chef e ristoratori.

A darle una mano per raccogliere i fondi necessari si sta impegnando Marianna Macedonio, che ha creato e gestisce il neonato ristorante-mercatino “Stravaganze Romane”. Un’oasi felice al riparo dal traffico caotico di viale di Tor di Quinto, affidato alla cure di Annavittoria (nota come Lady Vì) esperta in cucina borbonica dal ‘700 al ‘900 e membro dell’Accademia dei Taccuini Storici,  l’associazione che si occupa della cucina tradizionale italiana nel corso dei secoli.

Il nome del locale è un omaggio all’indimenticabile film “Vacanze Romane” con Gregory Peck e Audrey Hepburn, e occupa l’ ex fienile di fine Ottocento del Casale di Tor di Quinto  (40 posti all’interno e 40 en plei air nel porticato, con i tavoli apparecchiati in stile country-chic, tra fiori, fiocchi, candelabri bianchi e fermatovaglioli di juta), già noto ristorante amato da aristocratici e politici (Berlusconi voleva addirittura acquistarlo) ricavato da un’ex vaccheria ottocentesca che si erge su un terreno di 5 ettari in Viale di Tor di Quinto 1. Al suo interno c’è un mercatino sui generis: in bella mostra su un carretto ottocentesco  sono esposte le migliori varietà di pesce fresco del Tirreno, di carni della filiera italiana, di frutta e verdura a km zero, 13 tipi di selezionatissimo olio toscano . Ogni cliente sceglierà ciò che vuole mangiare e Lady Vì cucinerà le pietanze direttamente ai tavoli, con la sua Onfalos, piastra di nuova generazione che non fa fumo e odori e cuoce, griglia e caramellizza in un attimo.
Il risto-mercatino sarà aperto ogni giovedì, venerdì e sabato sera (costo 35 euro a persona , bevande escluse, ma compresi antipasti e dolci della casa). Per i più esigenti, possibilità di degustare ostriche e  birre artigianali.

(“Stravaganze Romane” via Casale di Tor di Quinto 1 –  tel. 063330745)