Si fa tanto parlare in Rai della mission di servizio pubblico ma stavolta a viale Mazzini hanno fatto un grandissimo scivolone: un evento da prima serata della rete ammiraglia, come lo sbarco su Marte della sonda Perseverance, relegato su Rainews24 senza nemmeno uno spot che avvisasse gli utenti della messa in onda di un avvenimento così eccezionale, frastornandoli invece notte e giorno con trailer su sanremo, cantanti in maschera, fiction al limite del decente.

Meno male che ha rimediato Focus di Mediaset regalando al pubblico dalle 21 uno spettacolo di alta cultura, molto emozionante, in collegamento live con la Nasa, con scienziati mondiali e, poco prima delle 22, le prime immagini in diretta dal pianeta rosso sull’ ammartaggio della sonda mandata a prelevare campioni che ci diranno se lassù ci fu la vita.

Nulla da invidiare alla spettacolare diretta Rai del 1969 sull’ allunaggio dei primi uomini. L’altra sera si è partecipato all’ansia degli scienziati Nasa tesissimi fino all’impatto, all’esplosione di gioia al momento che il rover Perseverance ha toccato “sano e salvo” il suolo marziano, che tutto ha ripreso e mostrato in diretta. Istruttivi e coinvolgenti gli interventi dei nostri astrofisici che, pacatamente e in modo comprensibile a tutti, hanno spiegato i dettagli di questa fantastica missione che apre le porte a nuove fantastiche avventure spaziali. Che la Rai stavolta ha deciso di ignorare.