Fare sistema! E’ la parola d’ordine della presentazione della guida Bar D’Italia Gambero Rosso 2019 che per il diciannovesimo anno consecutivo ha premiato a Roma i migliori locali d’Italia. L’importanza del gioco di squadra, in un momento di profonda crisi che non risparmia neppure questo attivissimo settore, è stata sottolineata da Andrea Illy che ha annunciato la prossima nascita a Milano dell’ Accademia La Summa. Un progetto “enciclopedico” sulla biodiversità italiana, dove insegnare le virtù, la sostenibilità, la salubrità dei nostri prodotti, l’arte culinaria e del servizio e, soprattutto, combattere l’individualismo.

Dal prossimo anno i partecipanti avranno anche i voti. Quest’anno il vincitore del premio illy Bar dell’Anno è La Pasqualina di Almenno San Bartolomeo (BG) per la qualità assoluta dei prodotti, per la ricerca senza sconti della salubrità e l’attività didattica e di diffusione della cultura alimentare. Menzione speciale a Staccoli Caffè di Cattolica per la proposta di qualità particolarmente alta sul territorio, dalla ricerca delle materie prime alla loro trasformazione, declinando la tradizione in modo contemporaneo.
Tre i nuovi ingressi nell’Olimpo dei Tre Chicchi e Tre Tazzine: lo storico bar Gilli di Firenze; il piccolo Bar Zucca di Torino; il neonato Spazio Pane e Caffè nella Roma pariolina. Permiata per l’Aperitivo dell’anno la poliedrica Ménagère di Firenze.

Nella guida i locali premiati con i tre chicchi e le tre tazzine sono suddivisi tra bar finalisti del Premio illy Bar dell’Anno, caffè storici e bar dei grandi alberghi. Regione leader la Lombardia (8 locali premiati), seguono Veneto con 7, Piemonte ed Emilia Romagna con 6, Toscana con 4, Sicilia con 3, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Lazio, con 2. Un locale sul podio per Abruzzo, Marche, Campania e Puglia.
“Fare squadra, unire le forze e l’esperienza, tenersi stretto il nostro patrimonio culturale, l’eccellenza delle materie prime e del personale, ospitalità, sperimentare per stare al passo con i tempi, gentilezza e cordialità verso i clienti, rispolverare l’ aggregazione modernizzando il passato, amare sempre quello che si fa, stupire ogni giorno”. Sono queste le parole magiche suggerite dai premiati per assicurare un futuro felice ai bar italiani.