L’Accademia di Francia a Roma-Villa Medici annuncia la prima edizione del Festival di Film di Villa Medici che si svolgerà dal 15 al 19 settembre. Sutre grandi schermi in programma più di 30 proiezioni per offrire al pubblico un’ esperienza immersiva, rinnovando il dialogo tra cinema e arte contemporanea. 15 i  film in competizione scelti da una giuria internazionale composta da tre personalità del cinema e delle arti visive: Teresa CastroMati Diop e Béla Tarr.
La competizione internazionale metterà in evidenza una quindicina di lavori di ogni durata e genere (documentario, fiction, saggio) realizzati nel 2020 o 2021. Parallelamente alla competizione ufficiale di film che saranno proiettati durante il giorno, ogni sera gli spettatori del festival si riuniranno intorno al Piazzale di Villa Medici per una programmazione di film recenti rivolta ad ogni tipo di pubblico per proiezioni uniche sotto le stelle.

La sezione Focus presenterà film fuori concorso e spettacoli di spicco che invitano il pubblico a esplorare generi cinematografici unici. Béla Tarr parteciperà a una masterclass, Teresa Castro riunirà tre film rari di due registe sudamericane per il loro impegno eco-femminista che si manifesta cinematograficamente nella volontà di spostare l’attenzione, di prendersi cura dei luoghi feriti e delle storie spezzate.
L’artista visivo francese Alexis Guillier presenterà una performance dedicata agli incidenti di riprese nella storia del cinema ed esplorerà il paradosso che esprimono.
La sezione Focus presenterà inoltre due film di artisti che saranno borsisti a Villa Medici sul ruolo delle canzoni algerine nella trasmissione orale delle rivendicazioni intime, sociali e politiche e  sulle mitologie marittime contemporanee, fra odissea erotica e commercio globalizzato.
Tavole rotonde e dibattiti andranno a completare questi itinerari esplorativi.