Saturday, December 20, 2014

Novità

Cuccarini perfida matrigna di Rapunzel

Lorella Cuccarini si rimette in gioco e si trasforma in cattiva. La bionda show girl... 


Romeo e Giulietta amanti medievali

Un racconto ricco di passione, in inverno, con la neve, tra scenari montani mozzafiato... 


Tertio Millennio, un Festival contro ogni frontiera

L’anteprima del film The President presentato dal regista iraniano Mohsen Makhmalbaf... 


Vade retro…Natale

Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre e Luca Vendruscolo hanno colpito nuovamente nel... 


Bernal contro la piaga dell’immigrazione clandestina

Nel momento in cui rigurgiti razzisti non risparmiano neppure insospettabili fasce... 


Leggi altre Novità

Interviste

Ken Loach ricorda Jimmy Gralton

Ken Loach, il cineasta della classe operaia, torna a raccontare ingiustizia e lotta... 


Greenway e il conflitto irrisolto tra religione e sesso

“Il cinema è una forma espressiva trasversale che attinge alle altre”. Il grande... 


Il nuovo capolavoro di Jean-Pierre e Luc Dardenne

La crisi economica che ha investito l’Europa è al centro del film Due giorni,... 


Marco Bellocchio e la rivoluzione culturale Marco Bellocchio e la rivoluzione culturale

Interpretare una sua nuova opera è sempre una sfida affascinante. Partiamo dal principio,... 


Sergio Rubini: “Siamo stratificazioni di memoria” Sergio Rubini: “Siamo stratificazioni di memoria”

Chi è il reale protagonista de La terra? È la tragedia del Sud Italia, rappresentata... 


Leggi altre Interviste

Recensioni

Gay e minatori uniti ai tempi della Tatcher

Il bene comune contro l’interesse personale, la società contro l’individuo, il socialismo contro il capitalismo. Lo sciopero dei minatori inglesi del 1984, in piena era Thatcher, fu uno scontro chiave in una guerra ideologica più ampia di una semplice questione economica. Lo fa capire Matthew Warchus nel divertente e commovente film Pride, basato... [Leggi l'intera recensione]


Il Cinepanettone Doc di Neri Parenti

Perché lasciare ancora a bocca asciutta gli amanti del classico, popolare Cinepanettone? Per la gioia di quei milioni di ‘orfani’ il regista Neri Parenti ne sforna l’11 dicembre uno davvero Doc, Ma tu di che segno 6? in più di 400 esemplari. Il classico film comico-caciarone, con parolacce, rumori corporali, situazioni scontate ma comunque... [Leggi l'intera recensione]


L’innegabile piacere della vendetta

Si può far ridere a crepapelle mostrando inaudite violenze scatenate dai quotidiani soprusi? Ci riesce magistralmente il regista e sceneggiatore argentino trentanovenne Damian Szifron col suo Storie Pazzesche, nelle sale dall’11 dicembre con Lucky Red, prodotto da Pedro e Augustìn Almodòvar. Un raffinato, coinvolgente, esilarante gioco al massacro... [Leggi l'intera recensione]


Il ragazzo invisibile di Salvatores

In un’epoca in cui conta solo l’apparire, diventare invisibili per affermare la propria identità è la chiave scelta da Gabriele Salvatores per svoltare nel fantasy per famiglie col suo nuovo film Il ragazzo invisibile, nelle sale dal 18 dicembre. Una storia che parla dell’adolescenza in maniera fantastica e profonda, che invita a diventare adulti... [Leggi l'intera recensione]


Il nuovo Houdini di Woody Allen

Il mondo della magia, dell’illusione, del passato, continua ad affascinare Woody Allen che vi ha ambientato anche la sua nuova commedia romantica Magic in the Moonlight, nelle sale dal 4 dicembre, con Colin Firth e Emma Stone. Il regista-sceneggiatore newyorkese stavolta va sul sicuro, sia nella perfetta scelta degli attori che tornando ad attingere... [Leggi l'intera recensione]


Leggi altre Recensioni